VILLA VERDE LA RIVOLUZIONE DEL MITRACLIP

La Casa di Cura jonica si conferma centro sanitario d’eccellenza nel campo dell’Emodinamica Interventistica ed Endovascolare. Il dispositivo, installato senza apertura del torace, serve per ridurre l’insufficienza mitralica severa

La Casa di Cura Villa Verde di Taranto si conferma centro sanitario d’eccellenza nel campo dell’Emodinamica Interventistica ed Endovascolare, che si occupa principalmente della diagnosi e della cura delle malattie cardiovascolari anche attraverso interventi svolti per via percutanea, che non richiedono quindi l’esecuzione di atti di natura propriamente chirurgica.
«Il Sole 24 Ore – evidenzia il dott. Arturo Ausiello, aiuto cardiologo dell’unità di cardiologia interventistica della Villa Verde – ha stilato una classifica, riferita al quinquennio 2012- 2016, nella quale Taranto si è posizionata come la seconda provincia con minore mortalità per infarto miocardico acuto. Tale risultato è stato raggiunto grazie al lavoro dell’Emodinamica della Villa Verde, che in quegli anni è stata centro di riferimento, nella provincia jonica, della rete regionale per la cura dell’IMA, in stretta collaborazione con il 118 e gli Ospedali Pubblici del territorio».
Fedele al suo spirito innovativo, il laboratorio di Emodinamica della Casa di Cura ha introdotto, da quest’anno, l’uso del dispositivo “Mitraclip”, una tecnologia innovativa nel trattamento della insufficienza mitralica severa. Abbiamo approfondito l’argomento con i dottori Luigi My e Salvatore Vitanza.
Dott. Luigi My, ci parli dell’Emodinamica. Che cosa è?Chi riguarda?
«Prima dell’avvento dell’Emodinamica Interventistica, le varie patologie coronariche e strutturali del cuore erano trattate o tramite cure farmacologiche, efficaci solo parzialmente, o tramite interventi cardiochirurgici, che comportano maggiore invasività. Con l’Interventistica Coronarica, anche i cardiologi sono impegnati direttamente nella risoluzione di restringimenti e/o occlusioni complete delle coronarie. Da questi la tecnica dell’angioplastica primaria che ha ridotto la mortalità dell’infarto come nulla prima».
Ci spieghi questa “rivoluzione” della Mitraclip e i benefici che comporta.
«Gli ultimi sviluppi dell’Emodinamica Interventistica Strutturale hanno reso possibili interventi sulla valvola aortica, interventi che ormai fanno parte della nostra pratica clinica da vari anni, senza apertura del torace e senza circolazione extracorporea.
Novità per il nostro centro sono le “Mitraclip”, le quali riducono l’insufficienza mitralica severa, una patologia che in alcuni pazienti può ridurre durata e qualità della vita. La Mitraclip è una “pinzetta” formata da due alette che agganciano i lembi della valvola mitralica mal funzionante per ridurne l’escursione, e di conseguenza, il rigurgito del flusso sanguigno che peggiora il rischio di scompenso cardiaco».
Dott. Vitanza, in quale tipo di pazienti si installa la Mitraclip?
«In tutti i pazienti con alterazioni cardiache importanti e con compromissione della funzionalità cardiaca, in cui l’insufficienza mitralica severa rende critico il compenso. Il paziente, prima dell’intervento, viene sottoposto ad ecocardiogramma, nel quale si valutano le caratteristiche funzionali e anatomiche della valvola. Nel caso in cui la procedura sia fattibile, il paziente viene registrato per l’impianto».
Per ogni dubbio sull’argomento ci si può rivolgere con fiducia alla casa di Cura «Villa Verde» di Taranto, centro di assoluta eccellenza.

La Mitraclip La Mitraclip 2

La Mitraclip

Rubrica Interna


CLICCA SUL NUMERO E CHIAMA!


PEC
Responsabile Protezione Dati Pec
Responsabile Protezione Dati Mail
Organismo di Vigilanza Pec
Organismo di Vigilanza Mail
Casa di Cura Villa Verde Franco Ausiello S.r.l.
- via Golfo di Taranto, 22 -74121 TARANTO
- P.IVA 00943900738 - R.E.A. 84391
- Cap. Sociale € 2.200.000,00 i.v.a
PRIVACY & TRASPARENZA
CONTATTI
PRIVACY POLICY